Tag

, , , , , ,

0101IMG3
Una cosa che dovrebbe preoccupare ogni sincero amante della libertà è assistere al progressivo “suicidio dell’Aquila”, ossia la strada che gli USA hanno intrapreso verso la dissoluzione della loro sovranità nazionale. L’assurda elezione di B.Hussein Obama a Presidente è stato il capolavoro della Banda Globalotti (MacArthur, Rockefeller, Bildenberg, etc). Alcuni appunti:

1. Mi cito con soddisfazione. In data 26 marzo, in un commento nel bel blog dell’Osteria volante, in risposta a un caro amico che mi faceva la solita accusa di complottismo, facevo notare come l’incontro del G20 dei giorni scorsi, odorava di passo in avanti verso la dissoluzione della sovranità nazionale USA (che è un problema per tutti noi). Mi ha reso felice leggere giorni dopo che è proprio quello che anche altri, ben più quotati di me, hanno pensato.

2. Se ne dica quello che si vuole, ma oggi internet è l’ultima possibilità di avere un’informazione che non sia completamente mono-orientata e che “buchi” il cerchio spaventoso di tutta la grande “media” che lavora ormai all’unisono. Non stupisce il fatto che paesi come la Cina, la Russia, Cuba, regimi musulmani e compagnia bella, controllino, filtrino, oscurino, etc. Ma la cosa spaventosa è che zitti zitti, con il solito agire felpato, anche gli squilibrati della suddetta Banda Globalotti pensano la stessa cosa. Verso la fine di marzo, il senatore Jay Rockefeller (ascoltatelo se non ci credete) ha iniziato col dichiarare che Internet è “number one national hazard”… (se l’inglese parlato è troppo, potete leggere qui). Era solo una esternazione? Ascoltando la trasmissione radio settimanale di Olavo sono venuto a sapere che no, stanno già agendo! Il nostro ineffabile senatore ha proposto due “bills” per il Cybersecurity Act of 2009, che prevede di creare un organismo di controllo totale da concentrare nelle mani del Presidente, ossia di B. Hussein Obama! Questi “bills” permetterebbero alla Casa Bianca di accedere a dati privati on line, regolare la “cybersecurity industry” e perfino shut down (in inglese è più duro, no?) il traffico Internet durante una eventuale “cyber emergency”… Inutile esplicitare cosa questo significhi. (la notizia anche in italiano)

Altre notizie, come ad esempio queste oppure come queste, stanno mostrando che la sete di potere dei sinistristi non ha limiti e che…prepariamoci, shitstorm is arriving…

AGGIORNAMENTO (10 aprile 2009): appena postato ieri, già nuove applicazioni…

Annunci