Tag

, ,

81603926

La querela come metodo di intimidazione per ridurre al silenzio ogni voce contraria è un giochetto già sperimentato da molti e ormai una arma di silenziatura di massa.
Si prendono di mira alcuni che vogliamo ridurre al silenzio e li inondiamo con una raffica di denunce e querele, così che gli altri, spaventati dal tempo e denaro che si dovranno sborsare, oltre al lungo iter per venirne a capo, staranno buoni buoni.
Ci ha provato recentemente il sig. Englaro. In Brasile sono particolarmente attivi i movimenti gaysti. Un esempio di cosa accadde al povero Card. Eugênio Sales: leggi l’articolo che scrisse Olavo del Carvalho:

La giustizia di Nerone

Più di recente il povero Julio Severo (la lettera aperta di Julio in inglese), un evangelico attivista pro-life e pro-family brasiliano (un articolo in inglese su questa storia), è dovuto fuggire all’estero per sfuggire alla persecuzione giudiziaria per “omofobia”, mentre questo reato non è ancora tale!!
Adesso scopro che è la volta di chi denuncia i fanatismi dell’Ucoii.
Suonerà qualche sveglia?

Annunci