Tag

, , , , ,

Enrico V_o

Alcuni giorni fa avevo postato un’intervista ad Alejandro Peña Esclusa, già candidato alla presidenza del Venezuela e oggi fierissimo e coraggioso oppositore al folle Chavez. In un suo libretto egli mostra come la lettura dei classici sia una fonte perenne di ispirazione ed educazione ai valori trascendenti, unico vero baluardo contro la mentalità materialista che sta alla base dei sistemi totalitari. La sua testimonianza è singolarmente forte perché sta parlando uno che vive in prima persona ciò che sta dicendo. Inoltre, trovo singolarmente in sintonia quello che Alejandro Peña Esclusa sta dicendo con quello che Bezmenov indicava come “vaccino” contro il processo di de-moralizzazione al quale siamo stati sottoposti. Ho tradotto l’introduzione. Il libro (in spagnolo) si può adesso liberamente scaricare qui. Nel sito di Fuerza Solidaria è possibile scaricare altri libri di Alejandro Peña Esclusa, interessantissimi per comprendere cosa davvero sta accadendo in America Latina, e che mai leggeremo nella nostra sempre più allineata stampa del cavolo.

“Sebbene non abbia mai ricoperto un incarico pubblico, già sono passati 24 anni da quando ho iniziato la mia carriera politica. Ho affrontato grandi pericoli, calunnie, tradimenti e disillusioni; eppure ho anche sperimentato profonde soddisfazioni: tra queste l’amore della mia famiglia e l’affetto di veri amici. Durante tutti questi anni, l’arte classica è stata per me come un balsamo miracoloso, che cura ferite, avvisa delle difficoltà e illumina il cammino. Ho incontrato varie volte Jago, ma averlo identificato prima nell’Otello, ha impedito che mi facesse del male. Sono stato come Sancho, ma Cervantes mi ha convertito in Quijote. Gertrude vive al mio lato, invitandomi ad essere una persona migliore. Quando mi abbatto, il re Enrico V mi infonde un animo indescrivibile. Beethoven mi ricorda ogni giorno che non devo mai tradire la verità. Il Requiem mi ha insegnato a non temere la morte e a prepararmi per questo giorno, nel quale abbandonerò la “corazza” umana, per iniziare la tappa più importante della mia vita. Attraverso Arte clásico y buen gobierno, ho voluto regalare questo balsamo alla mia famiglia e, in fondo, a tutte quelle persone che desidereranno riceverlo, perché – anche loro – possano godere dei suoi dolci frutti e delle sue virtù miracolose”.
(dalla seconda di copertina di A.Peña Esclusa, Arte clásico y buen gobierno, Caracas: Ediciones Fuerza Productiva C.A., 2009 ).

Qui di seguito l’introduzione tradotta in italiano

introduzione

Annunci