Tag

asini

Oggi voglio lasciare qui una barzelletta sui gesuiti. E’ la domenica della Divina Misericordia e mi sento pieno di distesa compassione. E, forse alcuni di voi potranno capire il perché, oggi vorrei abbracciare di compassione e misericordia questo Ordine, che una volta era forse il più forte baluardo della Chiesa, il baluardo che i nemici della Chiesa hanno tentato di distruggere per secoli, per poter togliere uno degli ostacoli più formidabili per raggiungere direttamente il cuore della Chiesa; l’Ordine, però, che oggi vede tra le sue file… no, basta, oggi ho detto sguardo di misericordia.
Dedicato con tenerezza ai gesuiti, davvero.

Si racconta che quando Dio creò il mondo, affinché gli ordini religiosi prosperassero decise di concedere loro due virtù ciascuno. E così fece: I Legionari di Cristo li fece ordinati e rispettosi delle leggi. I Domenicani perseveranti e studiosi. Quelli dell’Opus Dei lavoratori e pazienti. I Benedettini colti e raffinati. I Francescani allegri e accoglienti. Quando arrivò ai Gesuiti si rivolse all’Angelo che prendeva nota e gli disse: “I Gesuiti saranno intelligenti, onesti e di sinistra!”

Quando terminò con la creazione, l’Angelo gli disse: “Signore, hai dato a tutti gli ordini due virtù, ma ai Gesuiti tre, questo farà sì che prevarranno su tutti gli altri”. “È vero! Ma le virtù divine non si possono più togliere: che i Gesuiti abbiano tre virtù! Però ogni persona non potrà averne più di due insieme”. Fu così che:

– Il Gesuita che è di sinistra ed onesto, non può essere intelligente. –

– Il Gesuita che è intelligente e di sinistra, non può essere onesto. –

– Il Gesuita che è intelligente ed onesto, non può essere di sinistra…

Annunci