Tag

, , , , , , , , ,

lula-y-chavez1

Avrete visto come spesso, per conoscere quello che sta accandendo in Honduras, io citi soprattutto due giornali honduregni, El Heraldo e La Tribuna. In meno di 24 ore entrambi hanno subito attentati con bombe molotov (attentato alla sede di  El Heraldo e il sequestro di un reporter e incendio del veicolo per La Tribuna) I tentativi di destabilizzazione del legittimo governo di Micheletti continuano, adesso sono passati all´intimidazione della stampa libera di quel coraggioso paese. Altri segnali inquietanti vengono dallo strano "ritorno a casa" dell´ambasciatore USA in Honduras, che già si era segnalato per la sua parzialità (beh "sua", un ambasciatore obbedisce al capo, anche se obaminevole) nella vicenda di Zelaya. Gli USA si sono affrettati a dire che non è un ritiro, ma insieme ad altri dispetti diplomatici nei confronti di Micheletti, l´atteggiamento degli USA è preoccupante. Micheletti ha risposto con il tono che gli "oba-oba men" si meritano.

Che altro posso dirvi? Rafael Correa, presidente dell´Ecuador, integrante attivo del Foro de São Paulo, pupazzetto nelle mani di Chávez, oltre ad essere nell´occhio del ciclone a causa di una affare di corruzione, adesso è anche venuto fuori che la sua elezione è stata finanziata dalle FARC colombiane. (Sempre per i miei amici che non credono ancora alla partecipazione attiva delle FARC nel movimento comunista internazionale del Foro…). Lo stesso Correa, recentemente, è stato il protagonista della proposta di importare in Ecuador i "Comités de Barrio" castristi, ossia delle sezioni di spie di quartiere, per poter meglio controllare cosa si fa e si dice contro il regime in modo capillare.

Sempre da Cuba è stata importata la struttura portante della nuova Ley orgánica de Educación venezuelana. Ancora l´approvazione non è definitiva e attendo che sia approvata definitivamente per poter dire qualcosa. Dalle anticipazioni che ho letto nei giornali brasiliani di ieri e su quelli latinoamericani in rete, è un trasformare le scuole in centri di indottrinamento rivoluzionario. In  questo articolo si parla delle reazioni di studenti, professorie e giornalisti, anch´essi inseriti in un quadro generale di bavaglio (qui i recenti attacchi a giornalisti venezuelani da parte dei difensori della rivoluzione chavista).

In Brasile l´Assunta si celebra oggi. Stamani nella messa si diceva di Maria "consolazione e speranza del tuo popolo". Così sia. Buona domenica.

 

Annunci