Un vecchio mio post è per me un punto di riferimento. L´analisi che Olavo proponeva si avvera ogni giorno di più, pezzetto per pezzetto. Le notizie isolate, infatti, non possono venir interpretate nella loro portata reale. Serve un quadro di riferimento più generale che aiuti ad articolarle. Si disse subito dopo l´elezione di Babac Hussein: il suo programma è lo smantellamento della potenza USA sugli scenari internazionali. E puntualmente questo è accaduto e sta accadendo. Mentre Russia e Cina continuano ad armarsi, mentre Chávez compra armi su armi, mentre perfino Lula, sfruttando un nazionalismo idiota tutto forgiato in veste anti-americana, sta rifornendo di armi i suoi generali, ormai sempre più inclini a chavizzarsi… Babac Hussein disarma sempre di più gli USA. Già, adesso gli USA non sono più nemmeno in guerra con il terrorismo
Se avessi più tempo avrei da raccontare la storia di Van Jones e l´ennesima dimissione di uno dello staff di Babac Hussein… In inglese, perché non ho proprio tempo per tradurre nulla, ma vale la pena di leggere questo interessante articolo di D. Horowitz.

Ringrazio R. che mi ha segnalato degli stupendi articoli sul Tea Party recentemente avvenuto a Washington. Dubito che il Corriere o la Repubblica abbiano informato a dovere. Guardate un po´ qua. E senza apparati di partito organizzando i pulmann, con le dimensioni degli USA…
Ah, perché la foto con Hillary? Argomento futuro.

Annunci