Tag

 

Sono passati vent’anni.
Ma il mostro è sempre vivo.
Davvero mi viene da pensare che si sia finto morto per azzannare meglio coloro che pensavano di esserne i  giulivi becchini.
Per questo mi ha fatto immensamente piacere scoprire questa Dichiarazione di Praga, fatta da chi il mostro lo ha sentito sulla propria carne e per questo immune da ogni obnubilante "poetica" della rivoluzione, come quella che affetta chi lanciava urlettini di piacere e si commuoveva allo sventolare di bandiere rosse a Venezia per Chavez o per orrori simili, incapace di dare un giudizio sul pluri-deca-mega mostro assassino (cfr. anche un vecchio post).
Il mostro lo si affronta anche e soprattutto combattendo la sua principale arma, la menzogna. E’ una battaglia culturale, della quale i fronti principali sono quello della storia e del capire come agisce e si esprime la mente patologica del mostro.

 

 
Annunci