Tag

, , ,

ImmagineNon è che abbiamo passato i giorni a Fatima solo parlando di comunismo e di persecuzioni. Anche perché la vita in Cristo è molto di più. Il nostro pellegrinaggio è stato voluto e desiderato per andare a ringraziare Maria dell’anno trascorso e, confesso, per un supplemento di speranza che sento sgorgare in questo luogo, ogni volta che ci vengo. Una visita alla Madre, ecco.

Ma quando siamo arrivati, a pochi giorni dal Natale, abbiamo trovato un tempo terribile: freddo, pioggia, vento… Io ero scoraggiato, pensando tra me e me che in effetti venire a fare un pellegrinaggio in pieno inverno non era stata un’idea proprio geniale. Ho iniziato a esporre le mie geremiadi a padre Malachia, scendendo dalla macchina della famiglia che ci aveva gentilmente dato un passaggio verso Fatima (dopo un bellissimo pranzo davanti al caminetto, in casa loro, a parlare di Chiesa e di Dio) e cercando di riparami sotto l’ombrello gentilmente offertomi dalla signora ma di circonferenza minore al fabbisogno dei miei confini fisici. Padre Malachia mi guarda con un misto di stupore e di rimprovero: “Ma secondo te, Maria ci ha invitati qui a Fatima per passare qualche giorno da lei e non provvederà perché il nostro soggiorno sia meraviglioso?”

Le previsioni davano maltempo tutta la settimana.

Al mattino mi sveglio presto, come sempre: apro la finestra e vedo questo paesaggio (quello della foto). Non c’era una nuvola. I quattro giorni successivi sono stati quasi primaverili. Un sole meraviglioso. Non sono più tornato sull’argomento, né ero certo che padre Malachia mi guardasse con ironia. No, per lui era così scontato che dovesse andare così che nemmeno sentiva il desiderio di darmi del bischero-senza-fede, come ogni tanto fa.

Ma è stato la mattina della partenza, quando uscendo per andare verso l’aeroporto abbiamo visto tutto il cielo chiuso dalle nuvole; quando l’aereo ha iniziato il decollo con la pioggia che iniziava a scendere sempre più copiosa, che ho visto padre Malachia con quel sorrisetto ironico. Ma è stato generoso, non ha infierito sulla mia poca fede. Ha semplicemente fatto il segno della croce e socchiudendo gli occhi ha preso la corona del Rosario. Sorridendo.

(fine-III)

parte I    parte II

Annunci